Per la piena funzionalitá di questo sito é necessario abilitare JavaScript.
Ecco le istruzioni su come abilitarlo nel tuo browser.

Fichi del Cilento

Conosciuto dai più come terra sinonimo di bellezze naturalistiche e storiche il Cilento deve la sua fama anche ad alcuni prodotti tipici divenuti oramai delle eccellenze culinarie grazie alla loro manipolazione e alle loro proprietà. Tra i più conosciuti annoveriamo certamente il fico del Cilento ed in particolare quello “bianco”.

 

Il fico bianco del Cilento è conosciuto come uno dei prodotti principali della Dieta Mediterranea. Questo prezioso alimento viene a tutt’oggi preparato, nel Cilento, con procedimenti artigianali sia in ambito famigliare che a livello di piccole aziende.

 

Questo frutto si può identificare dal colore giallo/verde dalla sua buccia zigrinata e dalla polpa  morbida e pastosa.

 

Questi sono i valori nutrizionali del fico per 100 gr di prodotto:
47 Kcal
82% acqua
11%
carboidrati
2%
fibre
1%
proteine
0,2%
grassi

 

Di seguito l’elenco delle numerose proprietà terapeutiche legate al fico:
Proprietà rimineralizzanti
Proprietà
emollienti
Proprietà
lassative
Qualità
disinfettanti/antinfiammatorie della bocca e del cavo orale
Proprietà esfolianti (
lattice)
Proprietà
caustiche
Proprietà
digestive e anitisecretive gastriche
Potenziali proprietà
abbronzanti

 

Per questo, la coltivazione di questo frutto che risale al IV secolo a. C.  era utilizzato, sotto forma di tisana,  anche  per combattere alcuni problemi di salute come le afte o le angine.

 

Il modo più tradizionale e gradito per preparare i fichi, comunemente chiamato fichi mpaccatioppure “steccati” (perché vengono chiusi con degli stecchi), è prepararli  ripieni.

 

Prima di eseguire la preparazione dei fichi ripieni è necessario averli essiccati al sole e poco prima di prepararli è indispensabile bagnarli per qualche attimo in acqua tiepida con foglie di finocchio, buccia di limone e foglie di alloro (questo per renderli più bianchi e per disinfettarli) . Dopo averli asciugati bisogna tagliarli a metà, senza però dividerli del tutto; la fase successiva è eseguire il ripieno costituito da mandorle, scorze di limone o arancia e di finocchietto selvatico, una volta chiusi è necessario infornarli ad una bassa temperatura fino a quando non prendano un color ambrato.

 

Un altro dolce più raffinato,  preparato con i fichi, è la Pigna reale che è una sfoglia concave ricoperta da cioccolato extra fondente e decorata con noccioline e pinoli.

 

Di fichi bianchi nel Cilento ne vengono prodotti mediamente all’anno 7000/8000 tonnellate ed il periodo ottimale per produrli è a fine estate.
Possono essere gustati freschi, seccati o tramutati in sciroppo.
La coltivazione dei fichi è tutt’oggi una buona risorsa economica e occupazionale e la Campania è la regione italiana che ne vanta la maggior produzione.

Il fico bianco del Cilento viene prodotto in 68 comuni, molti dei quali appartenenti all’area del Parco nazionale del Cilento,  che sono compresi tra le colline di Agropoli sino al Bussento.

Per le tue vacanze scegli il Comune di

PALINURO
PAESTUM
AGROPOLI
ACCIAROLI
CASTELLABATE
ASCEA
ENTROTERRA
MARINA DI CAMEROTA

Le offerte in scadenza


Le strutture più richieste